Courmayeur

Courmayeur è uno dei centri storici dell'alpinismo valdostano assieme al Breuil-Cervinia e a Champoluc. Posto ai piedi del Monte Bianco, a 1200 msl, è l'ultimo comune che si incontra prima di arrivare in Francia tramite il traforo del Monte Bianco (che lo unisce a Chamonix). La popolarità di Courmayeur fu legata inizialmente al turismo termale nel XVII secolo, grazie alle quattro fonti di acqua solforosa. Durante il XIX secolo, i reali vi soggiornavano regolarmente. A partire dal XX secolo, in seguito alla costruzione di impianti sciistici, Courmayeur è diventata una delle più importanti stazioni sciistiche dell'arco alpino, con offerte neve e sci uniche, ottimi impianti di risalita e piste da sci con neve perfetta, grazie anche all'innevamento artificiale. Ma Courmayeur non è solo sci alpino: è sci di fondo e ciaspolate nella splendida Val Ferret, è scialpinismo nel comprensorio del Monte Bianco, è trekking di alta e media montagna nelle vallate selvagge di natura incontaminata, è pesca sportiva, è parco avventura, è snowpark, è golf e rafting. Assaporare l’atmosfera senza tempo dei borghi e delle frazioni di Courmayeur è un privilegio unico: antichi forni, latterie, fienili d’antan e splendidi affreschi nelle antiche cappelle restaurate. Da Dolonne ad Entrèves, da La Saxe al Villair ogni luogo ha il sapore di un antico villaggio valdostano e conserva tutta la poesia e il fascino di un tempo. Anche il centro di Courmayeur offre luoghi ricchi di storia e tradizione: dal Museo Alpino Duca degli Abruzzi, che racchiude la storia del grande alpinismo sul Monte Bianco alle antiche Meridiane e lavatoi sparsi per il paese.


Cartina interattiva Sirio Blue Vision
Per maggiori informazioni e attività consultate il sito